Manifesto

10 punti del Manifesto Stilnovo

  1. Partire da un nome - Stilnovo - che è una promessa per il futuro, ma anche una garanzia dal passato: dal Dolce Stil Novo di Dante, Guinizelli, Cavalcanti fino al design di Joe Colombo e Sottsass degli anni 60. Proponendo prodotti unici, universali, attrattivi, portatori di pregio essenziale e assoluta originalità.

  2. Ricostruire una storia dimenticata, attraverso la rigenerazione di progetti “illuminanti” (il Topo, la Valigia, l’Alfiere, la Bugia, la Piega, il Triedro....) che hanno rappresentato episodi eccellenti e memorabili di incontro felice tra invenzione di design e innovazione imprenditoriale, tra versatilità ed eccellenza.

  3. Utilizzare la propria storia di talento e creatività, fondata sulla collaborazione con alcuni maestri del design italiano (Aulenti, Colombo, De Pas, D’Urbino, Lomazzi, Sottsass...) -, per rilanciare progetti senza tempo, intergenerazionali, unici e universali. Un progetto culturale con una forte vocazione commerciale, distintivo ma anche inclusivo.

  4. Lavorare a tutto campo sul tema dell’invenzione e delle occasioni felici di vita, registrando la convergenza tra ingegno, tecnologia, estetica e semplicità, e individuando designer di nuova generazione come partner per il futuro.

  5. Trasferire la practical grace tipica dello Stil Novo e dell’italian design - la qualità delle finiture e del saper fare, la perfezione dei dettagli e l’eccellenza dei materiali -a nuovi straordinari prodotti per “illuminare” la vita quotidiana.

  6. Immaginare una attività di collection - sostenuta da una mostra itinerante -raggiungendo Paesi particolarmente interessati all’italian way of life, in Russia, in Asia, in Brasile.

  7. Impegnarsi nella dimensione Educational insegnando e trasferendo l’italian way attraverso convegni e conferenze in tutto il mondo, e lanciando partnership con Università e altri luoghi formativi, orientandosi alle giovani generazioni.

  8. Individuare nuovi temi a cavallo tra analogico e digitale, per estendere la propria capacità di intervento e di progetto, coinvolgendo partner in dimensioni avanzate e inaspettate.

  9. Lavorare intensamente nella dimensione internazionale, presentandosi con un ventaglio di prodotti e progetti che raccontino l’unicità del design italiano, della sua genesi, della sua affermazione universale. Stilnovo diventa laboratorio avanzato e stimolo culturale: facilitatore e testimone del design italiano nel mondo.

  10. Infine considerare al centro dell’esperienza Stilnovo il tema del design thinking, della conoscenza e dell’esperienza del sapere. La sapienza ma anche ogni singolo prodotto come “piatto saporito”, espressione del sàpere, cioè del gusto italiano.
Condividi facebook share twitter share google+ share pinterest share
Siglacom - Internet Partner